Novamont collabora con Grom

La collaborazione tra NOVAMONT e Grom inizia nel 2010, quando la gelateria nata a Torino - oggi marchio di primaria importanza che vanta oltre 50 punti vendita in Italia e negozi a New York, Malibù, Parigi, Osaka e Tokyo - ha pensato di portare al massimo grado la propria vocazione per il rispetto dell’ambiente. Oltre, infatti, alla continua ricerca dell’eccellenza nelle materie prime, nel rispetto e nella tutela della biodiversità, per “fare il miglior gelato al mondo”, Grom ha deciso di avviare il progetto “Grom Loves World”, ponendosi il problema del fine vita dei prodotti utilizzati per il consumo del suo gelato e dello smaltimento dei rifiuti.

Grom ha quindi adottato, in ogni punto vendita cucchiaini (progettati insieme a Giulio Iacchetti), shopper per il gelato da asporto e sacchetti per i rifiuti realizzati interamente in MATER-BI, che viene usato anche come rivestimento interno delle coppette di carta. In tutti i negozi Grom è attiva la raccolta differenziata: in questo modo, il consumatore può agevolmente gettare nel cassonetto di raccolta dell’umido sia gli scarti alimentari, sia le stoviglie monouso, i quali verranno insieme avviati al compostaggio, dove i microrganismi li trasformeranno naturalmente in acqua, CO2 e biomassa.

La collaborazione tra Grom e NOVAMONT non si limita alla ristorazione collettiva: l’azienda agricola biologica Mura-Mura utilizza infatti teli da pacciamatura biodegradabili in MATER-BI, ad esempio nella coltivazione delle fragole e dei meloni.