I rappresentanti dell'orticoltura agroalimentare olandese visitano il centro direzionale e di ricerca di NOVAMONT a Novara

  martedì 27 giugno 2017

Condividi

I rappresentanti dell'orticoltura agroalimentare olandese visitano il centro direzionale e di ricerca di NOVAMONT a Novara

Il 21 giugno, nell’ambito della missione economica olandese in Italia, NOVAMONT ha ospitato presso la sua sede di Novara una trentina di rappresentanti del mondo imprenditoriale e associativo olandese appartenenti al settore dell'orticoltura agroalimentare.
 
I partecipanti facevano parte di una più ampia missione commerciale parallela alla visita di Stato dei reali olandesi, che aveva l’obiettivo di esplorare gli ambiti concreti di collaborazione tra le aziende dei due Paesi per affrontare le sfide comuni riguardo all’urbanizzazione, alla produzione alimentare sostenibile e ai cambiamenti climatici.

Attraverso il racconto delle persone della società, la delegazione ha avuto modo di conoscere più da vicino il modello NOVAMONT di bioeconomia intesa come rigenerazione territoriale. Marco Versari, Responsabile Relazioni Istituzionali e Associazioni, ha presentato i pilastri di tale modello: dalla creazione di bioraffinerie integrate nel territorio fino allo sviluppo di prodotti come soluzioni a specifici problemi ambientali.

Paul Darby, Responsabile dell’area Manager Regno Unito, Irlanda e Paesi Bassi, ha fornito una panoramica del settore delle bioplastiche e del Mater-Bi, con un focus particolare sulle applicazioni per il settore dell’agricoltura.

Elisabetta Fanesi, Assistenza tecnica e sviluppo applicazioni, ha invece presentato i nuovi prodotti in bioplastica su cui si è focalizzata l’attività di ricerca e sviluppo di NOVAMONT, come le capsule compostabili per il caffè.

Luigi Capuzzi, Direttore della Ricerca NOVAMONT, ha infine illustrato l’approccio della società nella realizzazione di filiere agroindustriali innovative a partire dalle aree locali e come questa attività abbia consentito di sviluppare nuovi bioprodotti quali ingredienti per cosmetici, biolubrificanti e bioerbicidi.

La delegazione olandese ha avuto inoltre l’opportunità di visitare i laboratori di ricerca della società e visionare le diverse aree di studio su cui si concentra l’attività di R&S di NOVAMONT, volta allo sviluppo di nuove tecnologie proprietarie per la produzione di bioplastiche e bioprodotti